PREVISIONI17 aprile 2014
Pazzo aprile, dal tuffo in inverno
al salto in alto di Pasqua
Ancora 24 ore di tempo instabile e ben più freddo della norma, ma da sabato pressione in aumento e forte rimbalzo termico con una decina di gradi in più rispetto ad oggi entro domenica. Pasquetta ancora in bilico, ma oggi è l'ottimismo a prevalere, raffiche di Scirocco permettendo

Gli effetti dell’irruzione artica sul versante adriatico italiano sono sotto i nostri occhi. Il lato esposto ad est della nostra penisola, in modo particolare il nostro basso Adriatico, è alle prese con maltempo e freddo extrastagionale. Nello specifico, insistono ormai da due giorni condizioni di marcata instabilità con alternanza tra fugaci schiarite ed intensi annuvolamenti, spesso accompagnati da rovesci anche di tipo temporalesco.

Non è mancata anche un’emozionante fase di tipo quasi nevoso ieri sera quando, le virga nevose che cadevano da un imponente ammasso temporalesco proveniente dal mare non riuscivano a diventare completamente pioggia scendendo verso il suolo, e ciò nonostante che i valori termici fossero di almeno 6/7°C sopra lo zero. Era evidentemente il segno di aria secca al suolo, oltre che l’effetto della presenza sulle nostre teste di aria in quota particolarmente fredda per la stagione (a 5.430 mt., ossia all’altezza del geopotenziale di 500 hPa, si registravano ben 28 gradi sottozero e all’altezza geopotenziale di 850 hPa, ossia a 1.410 mt. di altitudine, di gradi se ne registravano circa 0). Sulle alture nei dintorni di Castellana non è perciò – in questo strambo aprile – neppure mancata l’occasione di vedere sul parabrezza delle auto cadere dei fiocchi di neve, di certo molto bagnati, ma pur sempre segnale di una precipitazione che non era di sicuro solamente pioggia. Anche durante le prime ore del mattino odierno, durante la fase acuta del temporale marittimo direttosi verso le coste pugliesi, si sono segnalati altri fenomeni particolari, quali rovesci di gragnola.

 

Ed ora, quale sarà l’evoluzione? Il vortice di bassa pressione balcanico è ancora attivo e, malgrado non sia ormai più alimentato da aria fredda artica e sia perciò ormai in fase di riassorbimento, è ancora in grado di dispensare dei rovesci di pioggia sul nostro settore, sebbene con via via minori probabilità di precipitazioni almeno fino a domattina.

 

E domani, infatti, con il passare delle ore l’instabilità tornerà a farsi sentire e, specie nel corso delle ore centrali della giornata e durante il pomeriggio darà ancora i suoi frutti con rovesci e nuovi possibili temporali. Qualche possibilità in più di non vedere ulteriori precipitazioni, rispetto a quanto previsto nei giorni scorsi, c’è invece per la serata di domani (Venerdì Santo), che prevede per la nostra cittadina la suggestiva e tradizionale Processione dei Misteri, che a questo punto potrebbe non risentire degli effetti del maltempo e svolgersi con una relativa tranquillità.

 

Da sabato, finalmente, la situazione evolverà per il meglio con l’allontanamento del vortice depressionario con conseguente risalita della pressione atmosferica e risalita della temperatura. Difatti, di gran carriera, un altro vortice di bassa pressione scenderà dall’Artico, ma questa volta il suo destino non sarà lo stesso del suo predecessore. Esso non si dirigerà verso sud lungo l’asse balcanico, ma al contrario punterà verso l’Atlantico passando per il centro Europa ed il settore alpino; seguendo tale traiettoria, finirà per avere ripercussioni positive per l’angolo sud-orientale d’Italia, disponendo sul nostro settore un richiamo caldo di correnti meridionali, che non solo imporrà un repentino e forte aumento dei valori termici rispetto a questi ultimi due giorni, ma ci proteggerà anche da nuovi assalti perturbati, ponendoci sotto una cupola anticiclonica che ci fa ben sperare tanto per Pasqua quanto per Pasquetta.

 

Se fossero confermate queste ultime indicazioni modellistiche, per Pasquetta, più che del rischio pioggia (limitato forse solo alle ore notturne e del primissimo mattino), dovremmo preoccuparci del forte vento di Scirocco, che potrebbe soffiare con raffiche anche superiori ai 40/45 Km/h.

 

Come, tuttavia la situazione evolutiva previsionale si è più volte modificata nel corso degli ultimi giorni (passando da notizie pessimistiche a notizie contraddittorie fino a giungere alle notizie più confortanti di oggi), così è opportuno attendere almeno altre 24 ore prima di dare per scontata qualsiasi indicazione meteo-climatica venga propinata in queste ore da chicchessia. Difatti, specie il giorno di Pasquetta è ancora distante da un definitivo e ben definito inquadramento previsionale.

Domani Meteo Castellana vi fornirà ulteriori ragguagli e aggiornamenti.

 METEONLINE16 aprile 2014
Il 2014 passa alla storia come
L'anno senza inverno
Due record storici da segnalare: gennaio 2014 è stato il più caldo dal 1958 mentre febbraio, da quello stesso anno (da quando cioè si hanno a disposizione dati per Castellana), è stato il mese con la temperatura minima più alta in assoluto
Guarda  su  

E’ assai raro vedere un’annata senza un briciolo di condizioni che contrassegnino un periodo di tempo in modo inequivoco, etichettandolo come stagione fredda, oppure calda o come stagione di mezzo. Il 2014 passerà invece alla storia proprio per questa sua incapacità di essere determinante per imprimere n senso ad una stagione, ossia per essere stato l’”ANNO SENZA INVERNO”.

Non è stata solo l’impressione dei freddofili che non hanno avvertito così freddo come negli anni scorsi e neppure la semplice delusione di chi ha giudicato fallimentare un’annata aspettando invano la neve, ma ce lo dicono proprio i dati.

 

Tanto dicembre, quanto soprattutto gennaio e febbraio, oltre che marzo, in tutti i mesi invernali si sono registrati degli scarti termici positivi notevolissimi, che nell’incredibile febbraio che abbiamo vissuto quest’anno (che usualmente da noi è il mese più freddo) hanno toccato una punta massima di quasi 4 gradi di scarto rispetto alla media. E difatti, la media complessiva di quest’inverno (solo teorico) ammonta a ben 2.5°C di scarto complessivo, un dato che ampiamente giustifica il titolo che abbiamo voluto attribuire a questo 2014, quale ”ANNO SENZA INVERNO”.

 

Di questa stagione sopra le righe un’ultima peculiarità va fatta notare per ciò che attiene proprio quelli che sarebbero dovuti essere i mesi per eccellenza più freddi e che invece sono stati tutt’altro fuorché mesi invernali. Parlo ovviamente di gennaio e febbraio, i quali hanno fatto registrare non solo degli scarti dalla media rimarchevoli ma altri due dati da record storico. Febbraio 2014 passa alla storia perché mai il suo valore minimo dal 1958 ad oggi era stato così alto: la temperatura per tutto il mese non è mai scesa sotto i 4.2°C (quando capita assai spesso che il valore minimo assoluto di questo mese, come si vede dal grafico) spesso vada anche abbondantemente sottozero!). Gennaio 2014 invece viene trascritto negli annali meteorologici del nostro paese (e non solo) perché è stato il mese più caldo in assoluto mai registrato su Castellana, con una media di ben 10.5°C, più alta cioè di mezzo grado dei valori medi che normalmente si dovrebbero verificare a marzo, e tra l’altro non lontano è andato febbraio, il secondo mese più caldo di sempre, secondo solo al febbraio 2002.

 

Vi sarebbero svariate considerazioni da fare, a conclusione di questa sfornata di dati, circa le cause di questa incredibile annata senza inverno. Ci torneremo certamente a breve con un nuovo approfondimento.


 WEBCAM PUGLIA
Highslide JS Highslide JS Highslide JS Highslide JS Highslide JS
Putignano Alberobello Locorotondo Fasano Martina Franca
Highslide JS Highslide JS Highslide JS Highslide JS Highslide JS
Mola di BariOstuniBariMonte CacciaTrani

Webcam movie
Highslide JS
 
 
 
 
 sabato 19 aprile
nottemattinopomeriggiosera
copertura nuvolosa ed eventuale fenomenologia
temperatura dell'aria (espressa in °C)
LibeccioLibeccioLibeccio Libeccio 
direzione e forza del vento
avvisi/allerte
nulla da segnalareuscite in barca consigliate  
 
PasquaPasquetta
 0-1212-240-1212-24
copertura nuvolosa ed eventuale fenomenologia
temperatura dell'aria (espressa in °C)
Ostro OstroOstroScirocco
direzione e forza del vento
 
 martedì 22mercoledì 24giovedì 25
copertura nuvolosa ed eventuale fenomenologia
 
Legenda dei simboli meteo
 
Satellite Puglia (al visibile)
Highslide JS
Animazione satellitare Italia (all'infrarosso)
Highslide JS
Animazione satellitare Europa (all'infrarosso/colori)
Highslide JS
Carta sinottica al suolo
Highslide JS
Analisi in quota (geopot. e temp. a 500 hPa)
Highslide JS
Analisi in quota (geopot. e temp. a 850 hPa)
Highslide JS
Mappa real-time Puglia (temperature)
Highslide JS
Mappa real-time Sud Italia (temperature)
Highslide JS
Fulminazioni (ultime 2h)
Highslide JS
 
 
Meteo Castellana è un servizio gratuito offerto da Francesco Costante - COPYRIGHT 2014 - TUTTI I DIRITTI RISERVATI